Vietti Barolo Castiglione Falletto

 


Vietti  Barolo

La cantina Vietti ha sede 
a Castiglione Falletto, 
nel cuore delle Langhe, 
una delle zone più vocate al mondo
 per la produzione di grandi vini.
 Fondata a fine Ottocento da 
Mario Vietti, 
ha iniziato a produrre vini sin dal 1919.  

Il Barolo Castiglione di Vietti è  un grande vino 
della tradizione,elegante e intenso; 
il vino è prodotto da uve Nebbiolo al 100% 
raccolte da uno dei più storici vigneti 
dell’intera zona del Barolo. Il terreno è 
di composizione marnosa, gialla-bluastra. 
Il sistema di allevamento è a Guyot,
la raccolta delle uve rigorosamente manuale 
avviene nel mese di ottobre 
Prima dell’imbottigliamento.
 Il vino matura per circa 30 mesi in botti grandi 
e barrique di rovere. 
Si presenta di colore rosso rubino 
con sfumature granato. 
Il profilo olfattivo ricorda 
profumi di fiori e piccoli frutti 
di bosco con note speziate.  
Al palato è  morbido ed equilibrato,
 dai tannini  vivi e sottili e
 un finale persistente.
L'abbinamento ideale è con  selvaggina.


Il Barolo Brunate è prodotto da uve Nebbiolo 
al 100% provenienti dallo storico vigneto ‘Brunate’
 nel comune di La Morra. 
Il terreno è calcareo-argilloso, l’età media delle
vigne è di 55 anni, coltivate in sistema Guyot. 
La raccolta delle uve è manualenel mese di  ottobre. 
L'invecchiamento dura 32 mesi complessivi circa
 tra barriques e botti grandi di rovere. 
Imbottigliato senza filtrazione.
Il vino è di colore rosso rubino intenso. 
Al naso si percepiscono note fruttate e speziate.   Al palato è pieno, il tannino è morbido, rotondo, vellutato, tipico del territorio di La Morra. Sul finale percezione di radice di liquirizia.L'abbinamento ideale è con  arrosto.

Il Barolo Lazzarito è prodotto da uve Nebbiolo al 100% provenienti dal vigneto singolo ‘Lazzarito’ nel
comune di Serralunga d’Alba. 
Il terreno è calcareo- argilloso, 
l’età media delle vigne è di 40 anni, 
coltivate in sistema Guyot; 
la raccolta delle uve è rigorosamente 
manuale nel mese di  settembre.
L'nvecchiamento dura 30 mesi circa 
in legno tra botti in rovere e 
in piccola parte barriques.
Il colore è rosso rubino con riflessi granati. 
Al naso è affascinante e profondo.
 Si percepiscono note di fieno e erba tagliata,  pepe e menta selvatica. Al palato si presenta robusto  e minerale, Il tannino è molto profondo con piacevole persistenza dolce sul finale.L'abbinamento idale è formaggi stagionati piemontesi.
Il Barolo Monvigliero  è prodotto 
da uve Nebbiolo al 100% provenienti dal vigneto ‘Monvigliero’ è storicamente riconosciuta come il cru più importante di Verduno ed uno fra i più prestigiosi dell’intera zona di produzione del Barolo. Il terreno è calcareo-argilloso con presenza di Marne di
Sant’Agata e l' età media delle vigne di circa 50 anni.La  raccolta delle uve è rigorosamente manuale nel mese
di ottobre. 
L'ivecchiamento dura 24 mesi circa 
in botte di rovere.Il colore è rosso rubino. 
Al naso è delicato ma
intenso, con note di frutti rossi maturi 
e spezie finissime. Al palato spicca la ciliegia, 
il tannino è rotondo e persistente; sul finale sipercepiscono note fresche speziate 
L'abbinamento ideale è con brasato.
Produttore






Guida dei vini

I greci hanno portato la vite nella penisola italiana che hanno chiamato Enotria ossia "paese del vino". I romani la diffusero nell'Impero,facendo dell'Italia uno dei luoghi cardine di questa cultura.

Si parla appunto di cultura del vino perché le varie pratiche vitivinicole hanno dato al vino significato sociale simbolico e religioso.Quando degustiamo un vino,siamo condizionati anche fattori culturali, ambientali e di stile di vita.In Italia e nell'area Mediterranea il vino assume un valore sacrale nella liturgia cristiana.

Il vino può raccontare la storia, la cultura nelle sue diverse espressioni.In un sorso di vino c’è il lavoro in vigna e in cantina.

Il breve libro fornisce una grande quantità di storia sulla cultura di Okinawa che consente a così tanti centenari di vivere la propria vita ad Okinawa. Questa è una dieta antica che ha resistito alla prova del tempo, la prova è evidente nelle lunghe vite che molti conducono ad Okinawa.
  Okinawa è uno dei luoghi più sani al mondo e quello in cui le persone hanno la vita più lunga. I lettori non trovano difficoltà a leggere questo libro.
  I lettori impareranno come possono emulare la dieta per aiutare il loro corpo a funzionare in modo efficace e vivere una vita più lunga e più sana





Italy is home of a huge array of wines, regions,
grapevarieties and wine styles. From the misty, lush rolling hills ofthe north to the sun-drenched hills of Tuscany, Umbria, theMarche and Abruzzo, to the southern lands of Puglia,Calabria and Basilicata, while not forgetting the islands of Sicily and Sardinia. Italy's vineyards are home to more than 2,000 grape varieties, many ofwhich are on the
brink of extinction. The safest and best-known Italiangrapes are Sangiovese, Barbera, Nebbiolo, Montepulciano and Pinot
Grigio.When we think of Italian wine two words spring to mind: diversity and tradition. It’s important to understand
something of the history of excellence from Italy's unique terroirs.




Okinawa Diet

 The short book provides a great deal of history about the culture of Okinawa that enables so many centenarians to live out their lives in Okinawa.  This is an ancient diet that has stood the test of time, the proof is self evident in the long lives that many lead in Okinawa.
 Okinawa is one of the healthiest places in the world and one where people have the longest lifespans. Readers don't find a hard time reading this book.
 Readers will learn how they can emulate the diet to help their body function effectively and live a longer, healthier life


























Post più popolari