Guida dei vini

Barbaresco Roagna

ITALIAN WINE COLLECTION



 Barbaresco Roagna

La qualità del vino Barbaresco è molto alta. È uno dei vini rossi più prestigiosi d'Italia, e viene prodotto nella zona delle Langhe, in Piemonte. Il Barbaresco è ottenuto da uve di Nebbiolo, un vitigno autoctono piemontese. Il clima: le Langhe hanno un clima continentale, con estati calde e secche e inverni freddi. Queste condizioni climatiche favoriscono la maturazione delle uve Nebbiolo.Il terreno: i terreni delle Langhe sono prevalentemente calcarei, con un buon drenaggio. Questi terreni sono adatti alla coltivazione del Nebbiolo, che si esprime al meglio in suoli ricchi di minerali. Le tecniche di viticoltura: i produttori di Barbaresco utilizzano tecniche di viticoltura tradizionali, che si basano su una coltivazione a basso impatto ambientale. Queste tecniche aiutano a preservare la freschezza e l'integrità delle uve. Le tecniche di vinificazione: i produttori di Barbaresco utilizzano tecniche di vinificazione tradizionali, che si basano su un lungo periodo di maturazione in legno. Queste tecniche permettono di estrarre il meglio dal potenziale del vitigno. Grazie a questi fattori, il Barbaresco è diventato un vino di grande prestigio, apprezzato dai consumatori di tutto il mondo.

La famiglia Roagna ha messo radici a Barbaresco molti secoli fa,

prima ancora che i vini Barbaresco e Barolo possedessero le attuali

caratteristiche. Sono proprietari di 20 ettari di terra, di cui

12 vitati; la parte restante dei terreni è destinata a bosco. I

vigneti storici di proprietà si estendono nella zona di produzione

del Barbaresco e del Barolo.

Il Barbaresco Pajè deriva dal dialetto piemontese, con cui

storicamente venivano nominate le particelle vitate al tempo; é

uno dei vigneti storici del villaggio di Barbaresco; L’anfiteatro

del Pajè si apre sulla vallata del fiume

Tanaro, che mitiga gli inverni freddi e le estati calde:Pajè é

particolarmente ricco di marne calcaree.

Le piante di questo vino hanno un’età media supera i 60. Il

vigneto viene vendemmiato nel mese di ottobre attraverso la

raccolta manuale.La fermentazione avviene esclusivamente in tini

di legno grazie ad un pied de cuve di lieviti Indigeni. . Il vino

matura in una botte di rovere neutro per circa 5 anni. La

produzione di bottiglie é limitatissima, con un paio di migliaia

per millesimo.

Il Barbaresco Asili deriva dal dialetto piemontese (Asei), é uno

dei vigneti storici locato a Sud della superficie vitata del

paese. Asili é particolarmente ricco di marne calcaree e con vene

di sabbie giallo rossastre. Le piante per questo vino hanno un’

età minima di oltre 50 anni. La vendemmia avviene nel mese di

ottobre,, la raccolta émanuale, in piccole cassette.Prima di

essere vinificata l’uva segue 2 selezioni manuali per controllare

la prefetta integrità dei frutti.La fermentazione avviene

esclusivamente in tini di legno graziead un pied de cuve di

lieviti Indigeni e si protrae per una decina di giorni. Il vino

matura poi in una botte di rovere neutro per circa 5 anni. La

produzione di bottiglie é limitatissima, circa un migliaio per

millesimo.

Il Barbaresco Montefico deriva dal dialetto piemontese (mont der

fi), con cui storicamente venivano nominate le particelle vitate

al tempo ed é uno dei vigneti storici del villaggio di Barbaresco.

Locato a Nord del paese, il Monteficoha suoli marnoso calcarei,

particella di forma triangolare si trova esattamente a metà

collina rivolto verso il paese di Neive.

Le piante per questo vino hanno un’età minima di oltre 50 anni,la

vendemmia avviene nel mese di ottobre,la raccolta é manuale in

piccole cassette.Prima di essere vinificata l’uva segue 2

selezioni manuali per controllare la prefetta integrità dei

frutti.

La fermentazione avviene esclusivamente in tini di legno

grazie ad un pied de cuve di lieviti Indigeni e si protrae

per una decina di giorni. Successivamente viene applicata Il

vino matura poi in una botte di rovere neutro per circa 5

anni.La produzione di bottiglie é limitatissima, circa un

migliaio per millesimo.


Produttore


Italian Wine Collection’s shop



Guida dei vini

I greci hanno portato la vite nella penisola italiana che hanno chiamato Enotria ossia "paese del vino". I romani la diffusero nell'Impero,facendo dell'Italia uno dei luoghi cardine di questa cultura.

Si parla appunto di cultura del vino perché le varie pratiche vitivinicole hanno dato al vino significato sociale simbolico e religioso.Quando degustiamo un vino,siamo condizionati anche fattori culturali, ambientali e di stile di vita.In Italia e nell'area Mediterranea il vino assume un valore sacrale nella liturgia cristiana.

Il vino può raccontare la storia, la cultura nelle sue diverse espressioni.In un sorso di vino c’è il lavoro in vigna e in cantina.


Sensory Il taccuino è utile per annotare
le bottiglie e gli abbinamenti ,
le esperienze sensoriali e per conservare
una memoria dettagliata dei vostri
vini preferiti , sono 50 fogli da compilare.
Questo diario di degustazione è uno
strumento semplice e un idea regalo
per gli amanti dei vini italiani.

Acquista



Italy is home of a huge array of wines, regions,
grapevarieties and wine styles. From the misty, lush rolling hills ofthe north to the sun-drenched hills of Tuscany, Umbria, theMarche and Abruzzo, to the southern lands of Puglia,Calabria and Basilicata, while not forgetting the islands of Sicily and Sardinia. Italy's vineyards are home to more than 2,000 grape varieties, many ofwhich are on the
brink of extinction. The safest and best-known Italiangrapes are Sangiovese, Barbera, Nebbiolo, Montepulciano and Pinot
Grigio.When we think of Italian wine two words spring to mind: diversity and tradition. It’s important to understand
something of the history of excellence from Italy's unique terroirs.

Wine Trading

Post popolari in questo blog

Amarone Tedeschi

Montepulciano d'Abruzzo La Valentina

Etna Rosato Palmento Costanzo