Subscribe to Marco Carestia by Email

martedì 31 luglio 2018

Wine and Movie Ischia



Biancolella  Ischia 

Sensory Analysis


L'isola di Ischia è da anni un punto di riferimento irrinunciabile per appassionati e professionisti del cinema
L’Ischia Film Festival è realizzato dall'Associazione Culturale Art Movie e Music e la prima edizione del festival si è tenuta nel 2003. Il Castello Aragonese è al  centro di questa manifestazione  che si svolge  nel mese di luglio,  un vero trampolino di lancio dei cineasti italiani.

L'intento degli organizzatori del festival è quello di premiare opere che valorizzano il patrimonio del nostro paese al punto di essere identificato come il festival del cineturismo.
Il turismo è divenuto nel tempo la principale attività dell'Isola di Ischia,  meta preferita di una clientela internazionale da più di un secolo. 
Chi arriva per una vacanza sull’isola non può evitare di salire sulla cima del Monte Epomeo, una vetta di orgine vulcanica la cui ultima eruzione risale al 1302.
Purtroppo un terremoto di magnitudo 4 ha colpito Ischia nel 2017 ma ha fatto meno vittime e danni del terremoto del 28 luglio 1883 di magnitudo 5.8 con ben  2.300 morti.

La parte occidentale dell'Isola di Ischia ospita molte sorgenti idrotermali e il terreno vulcanico  è perfetto per la coltivazione della vite. 
Il vino di Ischia affonda le sue radici nella viticoltura eroica dei coloni greci , con vitigni  allevati a guyot su terrazzamenti con muri a secco di tufo verde noti anche come le parracine.
I vitigni autoctoni ischitani sono biancolella, forastera, uvarilla (bianchi),piedirosso e guarnaccia (rossi).

Molte  aziende vinicole di Ischia aderiscono all'iniziativa  “Andar per Cantine“, un’occasione unica per scoprire le  bellezze naturali del'isola. Tra queste cantine troviamo
la  rinomata  Casa D’ambra con nell'antica Villa Garavini dai tempi del  suo fondatore,Francesco D'Ambra.
Il Biancolella Casa D'Ambra DOC 2017 è un bianco dal colore giallo paglierino e  gr.12,50 %.
 La vendemmia inizia a fine  settembre e l'affinamento dei vini avviene in serbatoi di acciaio.
Il profumo è fruttato e il sapore è mandorlato, ideale per abbinamenti con con i crostacei e frutti di mare.



If you enjoy my content, please consider supporting what I do. Thank you

sabato 30 giugno 2018

Vulcano Pompei Wine

Lacryma Christi

Pompei wine

Sensory Analysis

Gli scavi archeologici di Pompei hanno restituito i resti della città antica di origini greche, presso la collina di Civita: il terzo sito museale italiano  fa parte della lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. 
Sotto il dominio romano divenne la colonia di Cornelia Veneria Pompeianorum, con la costruzione di ville residenziali.
La mattina del 24 agosto del 79 d.C Pompei fu interessata dall'eruzione del Vesuvio, che seppellì la città sotto una coltre di ceneri e lapilli, cancellandola interamente.

La Soprintendenza Archeologica di Pompei ha conferito  all’Azienda Mastroberardino, una delle più antiche cantine campane e paladina dei vitigni autoctoni locali, l’incarico di ripristinare la viticoltura della Vitis vinifera nell’area vesuviana.

La Soprintendenza ha dato in concessione a Mastroberardino le aree coltivate a vigneto incluse nell’area urbana dell’antica città di Pompei,secondo un piano concordato e definito:si tratta di una collezione ampelografica di otto varietà tipiche della Campania, indicate nei testi classici e in mostra sugli antichi affreschi pompeiani.

Villa dei Misteri è il vino  che nasce dalle viti coltivate dentro le Domus di Pompei.
Il rilevamento botanico dei calchi delle radici ha confermato la presenza di tale coltura nei quartieri periferici nei pressi dell’Anfiteatro

Nel 2001 si è avuto la prima vinificazione del Villa dei Misteri e fino al 2010 l’uvaggio è costituito da Piedirosso al 90% e Sciascinoso al 10%.
A partire dalla vendemmia 2011 il vino è un blend di tre diverse varietà,  Aglianico 40% circa, Piedirosso 40% e Sciascinoso 20%.

Anche il Lacryma Christi è tra i vini più antichi e rappresentativi della Campagna, come dimostrano l'affresco di Bacco sul Vesuvio conservato nella Casa del Centenario a Pompei
Questo vino  veniva prodotto  da monaci, il cui convento sorgeva sulle pendici del Vesuvio.

Il Lacryma Christi rientra nella Denominazione di Origine Controllata (DOC) Vesuvio:
sembra che il nome  affonda le sue radici in una antica leggenda;
Gesù riconoscendo nel Golfo di Napoli un parte di paradiso sottratto da Lucifero , pianse e dalle lacrime divine sorse la vite del Lacrima Christi.

Il vitigno è Piedirosso 100%, la sua gradazione è 12,50 % e il  sistema di allevamento è a guyot.Il colore è rosso rubino,vino corposo con aroma fruttato e dotato di tannini.
 L'abbinamento semplice è con sughi di carne, arrosti e pizza.

L’asta di vino prodotto  nell'are archeologica di Pompei  ha finanziato il restauro della cella vinaria e altri opere presente nel sito.




If you enjoy my content, please consider supporting what I do. Thank you


giovedì 31 maggio 2018

Paestum Magna Grecia


Magna Grecia

Paestum IGT Magna Grecia

Sensory Analysis

Il parco nazionale del Cilento è un parco nazionale italiano nella provincia di Salerno,  riconosciuto come Patrimonio dell'umanità dell'Unesco con il sito archeologico di Paestum.La parola Cilento deriva da Cis-Alentum ossia terre al di qua del fiume Alento. 

Nella metà del settecento Paestum è meta d'elezione del Gran Tour, premessa elitaria del turismo culturale. Goethe fu a Paestum nel 1787,durante il primo viaggio in Italia. La cultura italiana incarnò il suo ideale di bellezza grazie al fascino della civiltà antica.

Paestum è un'antica città della Magna Grecia chiamata dai fondatori Poseidonia in onore di Poseidone,localizzata  a nord del Parco nazionale del Cilento.
Il geografo romano Strabone racconta la fondazione della colonia degli achei in fuga da Sibari intrno al 600 a.C.

IL presidio della Magna Grecia ha lasciato ai posteri l'area sacra, come testimoniano i tempietti ben conservati del complesso archeologico più intatto della civiltà greco mediterranea, non distante dal Golfo di Napoli.

Il Tempio di Atena a Paestum ,detto "tempio di Cerere",è un esempio unico dell'architettura magno-greca, con colonne doriche e ioniche. Il Tempio di Nettuno è tra gli edifici dorici meglio conservati in Magna Grecia,anche se la cella che conteneva la divinità è andata persa.
La "Basilica"  è un tempio di ordine dorico dedicato a Hera Argiva, dea della fertilità e della vita, protettrice della famiglia.Vitruvio in De Architectura (I sec a.C) già riferiva dell'esistenza del tempio propiziatorio dedicato alla raccolta e all'agricoltura.
Nella piana fra due santurari si sviluppava  l'agora, centro della vita cittadina con ekklesiasterion, sede  dell assemblee conla classica forma circolare a gradinate. 

Molti dei corredi sepolcrali sono stati rinvenuti nel sacrario sotterraneo heroon, annesso all'area dell'agorà.. La necropoli  è rinomata per la Tomba del Tuffatore,esempio unico di pittura della Magna Grecia,con una raffigurazione simbolica interpretata come la transizione dalla vita al regno dei morti.
I tesori della colonia greca sono conservati nel Museo di Hera Argiva di Foce Sele. La sala più importante è la sala delle metope, lastre colpite con racconti mitici delle fatiche di Eracle e della Guerra di Troia.

Il Cilento è caratterizzata da terreni  di natura argillosa-calcarea  che si prestano alla coltura di vitigni autoctoni, il DOC Cilento e  PaestumIGT .Questi vitigni furono introdotti dagli antichi colonizzatori greci.

Paestum IGT è vino bianco di gr.13,00 , tipico  blend campano di  Fiano, Trebbiano e Greco .Il nome del vino si ispira al parco archeologico di Paestum risalente alla civiltà della Magna Grecia.
Il sistema di allevamento è Guyot laterale,la maturazione è in acciaio con affinamento in vetro.

Paestum IGT è di colore giallo paglierino,con riflessi verdolini. Il profumo è floreale di gelsomino,insieme  a note fruttate di  pera, la susina ed il fico.Il gusto è morbido e fresco,con spiccata sapidità e e minerale.L'abbinamento semplice è con frutti di mare e pizza.



Subscribe to Marco Carestia by Email


If you enjoy my content, please consider supporting what I do. Thank you


lunedì 30 aprile 2018

La forza del destino San Pietroburgo Wine



Ermitage wine


La forza del destino

San Pietroburgo Wine

Sensory Analysis


Il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo 2018 si svolgerà dal 24 al 26 maggio 2018, alla vigilia dei Mondiali Russia 2018. Il tema perno del Forum è "l'Economia della Fiducia" per  superare le divisioni con l'abolizione delle sanzioni anti-russe.

Fondata da un Pietro il Grande con l'intenzione di aprirsi all' Occidente, San Pietroburgo  è la vera capitale culturale della Russia. Il nostro legame con la Russia è fondamentale per promuovere il nostro patrimonio artistico.

Per la celebrazione del suo 250esimo anniversario, la direzione del celebre Museo Hermitage ha scelto l'Amarone della Valpolicella Classico per i vini rossi e il Prosecco Doc per gli spumanti.
L'edificio dell'Hermitage fu progettato dall'architetto della  corte imperiale Bartolomeo Rastrelli.
Oggi è la dimora di opere di illustri artisti italiani come Leonardo da Vinci, Raffaello, Tiziano,  Canova, Tintoretto.

A dispetto del recente clima da guerra fredda tra Russia  e Usa, le imprese italiane e il mondo della cultura sono uniti nello sforzo congiunto di mantenere un dialogo costruttivo tra Italia e la Federazione Russa. Il mercato russo si è sempre dimostrato amante del Made in Italy  e della bellezza del nostro territorio.

Alla cerimonia di inaugurazione del Forum , il coro del Teatro Regio di Torino si esibirà insieme all'orchestra del Teatro Mariinsky,un tempo teatro imperiale di San Pietroburgo.
Il teatro torinese  aveva già portato in scena " Il lago dei cigni" del prestigioso corpo di ballo del Teatro Mariinsky. Il balletto è la metafora dell’eterna lotta fra valori opposti nella nostra contemporaneità.

Le opere del compositore Giuseppe Verdi hanno scene legate al mondo del vino. Il Maestro era lui stesso viticoltore  a villa di Sant’Agata, vicino Busseto. Qui compose l'opera lirica "La forza del destino", andata in scena in anteprima assouluta al Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, il  10 novembre 1862.

Verdi viveva nella terra del Lambrusco, le cui le uve rosse sono coltivate province di Modena e Parma. La rapida espansione del Lambrusco  è iniziata negli anni ’90, con la nascita del Lambrusco Terre Verdiane ed esportato in tutto il mondo ed in particolar modo negli Stati Uniti.

Quando si parla di Lambrusco non si può non citare Cantine Ceci,fondate da Otello Ceci oste della bassa parmense,proprio come il padre di Giuseppe Verdi. L'azienda produce l'Otello Nero di Lambrusco, che si distingue subito per la forma particolare della bottiglia. Vendemmiato ai primi di Ottobre, è un vino perfetto per abbinamenti con prosciutto di Parma e piatti internazionali. 

Il colore rosso porpora con riflessi rubino, il profumo ed avvolgente di frutta,la piacevole freschezza sono un invito all'amicizia e alla fiducia, tema del Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo 2018.





If you enjoy my content, please consider supporting what I do. Thank you



sabato 7 aprile 2018

Apocalypse Wine Coppola

Matera

Apocalypse Wine Coppola

I Mille 2014

Sensory Anaysis

Il regista italo americano Francis Ford Coppola nasce da una famiglia di musicisti prfessionisti di origine lucana, Bernalda in provincia di Matera,trapiantati a New York per ragioni artistiche.

 Fin da bambino ha respirato musica e cinema nella casa paterna e dopo il college arriva la scelta di iscriversi alla facoltà di cinema all'UCLA.
Insieme a Martin Scorsese, Steven Spielberg e George Lucas, ha dato vita alla New Hollywood: Il Padrino e Apocalypse Now  sono i capolavori che lo consacrano tra gli autori americani di grande prestigio.

Il  regista cinque volte premio Oscar è oggi anche fornitore di vino per la cerimonia degli Oscar e altri prestigiosi eventi artistici organizzati dall'Academy,in base ad un accordo  commerciale triennale.

 A Sonoma,in California  produce vini legati al terra dei suoi avi , la Magna Grecia, e in onore delle persone più importanti della sua vita. Il regista lucano americano ha dedicato una linea di Rosè alla sua prediletta figlia ,Sofia Carmina Coppola, nota regista regista, e attrice statunitense.

Per le etichette dei suoi capolavori, Coppola si avvale della collaborazione di  Dean Tavoularis,designer rampante del cinema americano converito al vino.

Nel 1860 un migliaio di volontari, al comando di Giuseppe Garibaldi, sbarcarono a Marsala in Sicilia e liberarono il Regno delle Due Sicilie dall'esercito borbonico.
Il nonno di Francis Ford Coppola era uno dei coraggiosi garibaldini della spedizione dei Mille: il  famoso compositore italiano Franceco Pennino  fece anche lui la storia del nascente Stato italiano.

Il regista  ha voluto dedicare  proprio a nonno Francesco la produzione di  un vino californiano con radici nella Magna Grecia: il Syrah è un vitigno a bacca rossa che ha le sue radici storiche a Siracusa, in Sicilia.

I Mille annata 2014 è un Petite Sirah 100% ,colore rosso violaceo intenso, al palato è pieno con tannini equilibrati,aroma speziato con nota ciliegia .La maturazione  dura  18 mesi in botte di rovere ,la gradazione è  14.8%.
I Mille è adatto per accompagnare grigliate di carne, una scelta ideale per millenials Yankee.

Francis Ford Coppola  è oggi cittadino onorario di Bernalda in Basilicata, nel quale trascorre le sue vacanze in un antico palazzo trasformato in resort: a palazzo Margherita si è svolta la festa di nozze della figlia Sofia. Un occasione unica per il regista di riunire i discendenti dei Coppola in terra lucana.
Anche l'amico e regista George Lucas, produttore  di Star Wars e ora wine maker, era tra le celebrità   presenti al matrimonio.

Oggi Sofia vive a Parigi con il suo consorte, un musicista francese, ma è impegnata con il padre Francis a un progetto ambizioso di rilancio culturale del Metaponto:la coppia di registi ha in mente di investire importanti risorse vicino ai Sassi di Matera. 

 Il mare dello Ionio e il patrimonio dell'Unesco sono la cornice ideale per fondare un centro internazionale di formazione per professionisti del cinema: mai l'America è stata così vicina grazie al cinema e al vino di Coppola.






If you enjoy my content, please consider supporting what I do. Thank you


mercoledì 28 febbraio 2018

Big Trouble in Little China Pinot Noir



Santa Barbara

                                            
                                               Big Trouble in Little China Pinot Noir 

                                                                 Sensory Analysis

                                                                 
Secondo la tradizione del Capodanno Cinese  il primo giorno del nuovo anno è dedicato al benvenuto delle divinità  del Cielo e della Terra e si accendono candele, per guidare gli spiriti degli antenati alle abitazioni.

Nelle China Town si organizza la tradizionale Danza del Leone per esorcizzare gli  spiriti malvagi e proteggere la comunità dalla sfortuna,come vuole la tradizione cinese.

L'ultimo giorno è dedicato al culto taoista dell'Imperatore di Giada, re del Cielo , a cui vengono offerte preghiere di auspicio.

Il cult movie "Big Trouble in Little China" è un  kung-fu commedia anni'80  diretto da  John Carpenter, che si ispira alla mitologia cinese.

Il rozzo camionista Jack Burton, interpretato dall'attore Kurt Russell, viene coinvolto in una lotta contro le forze del male.

L'amico Wang Chi deve liberare la sua ragazza, Miao Yin , imprigionata nel palazzo del malvagio Lo Pan, nella China Town di San Francisco: solo il sacrificio di una sposa dagli occhi di giada può liberare il  mandarino cinese dalla maledizione dell' Imperatore.

Alla fine Jack  riesce a liberare la promessa sposa del suo amico Wang e recuperare il camion rubato dai guerrieri cinesi di Lo Pan.

Oggi Jack Burton vive felicemente nella Contea di Santa Barbara e produce Pinot Noir: il sessantenne Kurt Russell è un winemaker di successo con la sua azienda GoGi Wines in Santa Barbara County.

La regione di Santa Rita Hills fu resa popolare  dal film Sideways, che descrive alla perfezione la California del Pinot Noir: le temperature sono fresce e  la posizione è ideale per far crescere uve impegnative come il Pinot.

La  vinificazione del Pinot rappresenta una vera sfida ma il risultato finale è un vino di eccellenza : un rosso delicato, nobile ed elegante nel suo insieme.

Il Pinot Noir di Santa Barbara County si distingue per essere più sfumato  ma conserva intatto il caratteristico profumo  fruttato di  ribes.

Non è esagerato affermare che l'attore Kurt Russell è un produttore affermato di Pinot  Noir della Santa Rita Hills: tutto ebbe inizio anni fa durante le riprese di un film diretto  Quentin Tarantino, ambientato proprio nella nuova frontiera americana del Pinot.

Alla fine del suo viaggio ricerca, l'attore americano entra in affari con Ampelos Cellars e fonda la GoGi Wines nel 2008: GoGi Pinot Noir ha la tripla certificazione organic ,biodynamic vineyard and sustainable.

Si può dire che il soffio del Drago  ha portato fortuna al coraggioso Jack Burton  di Big Trouble in Little China: Russel ha superato la  sfida contro le forze della natura con il suo Pinot Noir da "Grand Finale".







If you enjoy my content, please consider supporting what I do. Thank you


venerdì 2 febbraio 2018

ONU Nebbiolo Gattinara

Piedmont



Gattinara ONU Ambassador

Le Nazioni Unite sono state fondate il 24 Ottobre 1945 da 51 nazioni impegnate a preservare la pace e la sicurezza collettiva e oggi ne fanno parte 193 Stati:  il Consiglio di Sicurezza dell’Onu è composto da 15 membri, responsabili del mantenimento della pace e della sicurezza internazionali.

L’Italia è membro non permanente del Consiglio di Sicurezza dell’Onu dal 1 gennaio 2017   e ad oggi, rappresenta il primo paese contributore di caschi blu nelle missioni di pace delle Nazioni Unite tra quelli occidentali.

La comunità internazionale ha riconosciuto all'Italia la capacità di mediazione e l'attività di prevenzione dei conflitti e  promozione dei diritti umani.

I grandi vini italiani sono diventati protagonisti assoluti  in occasione della presidenza italiana del Consiglio di Sicurezza dell’ONU: le grandi annate di  prestigio  sono stati consegnati, nel corso di una cerimonia, dal Rappresentante Permanente Italiano presso le Nazioni Unite, ai membri permanenti del Consiglio di Sicurezza.

Questa  iniziativa ha dato grande  rilievo ai vino italiano per  dare la migliore immagine possibile dell'Italia:  Italian Wine & Food Institute ha selezionato le più importanti  aree produttive di particolari annate presenti sul mercato americano; noti produttori italiani hanno partecipato a questa iniziativa per poter esprimere l’eccellenza del Made in Italy.

Il Travaglini Gattinara Riserva risulta tra i grandi vini selezionati per questo prestigioso e speciale evento che ha consacrato la presidenza italiana del Consiglio di Sicurezza dell’ONU

Nel 1958 a Gattinara la gente abbandonava l'agricoltura per lavorare nell'industria, ma Giancarlo Travaglini  in controtendenza acquistava i migliori vini della zona per gettare le base della rinascita del Gattinara.

Le terre del Gattinara sono ai piedi del MOnte Rosa, suoli di origine vulcanica: il clima ventilato influenza decisamente la nascita di vini unici; si tratta dei vini strutturati del Gattinara Riserva ,la selezione Gattinara Trevigne e Sogno.

Il Gattinara Riserva non è un vino per tutti, vero ambasciatore del nebbiolo più espressivo dell’Alto Piemonte:
la cultura enoica del Piemonte supera ogni barriera etnica o linguistica.

Il Nebbiolo è the King , scelta obbligata delle corti reali di mezza europa dai tempi di Cavour e del Regno d'Italia e si comporta come tale nella prestigiosa sede dell'ONU: l'affinamento  arriva fino a 4 anni, con 3 anni almeno di botte di rovere e non ci limiti all'invecchiamento.

Travaglini Gattinara Riserva è un vino dal colore rosso granato, nebbiolo 100%: la forza tannica è tipica dell’eleganza nobile del nebbiolo di gran classe.

L'impatto olfattivo è una sinfonia balsamica per la presenza non invadente di spezie in equilibrio con la nota fruttata di  frutti di bosco.

L'ampiezza gustativa del nebbiolo dà una piacevole freschezza  al palato,che in parte stempera la forza dei tannini vivi e integrati.

Oggi l'azienda internazionale gestisce con passione un patrimonio culturale e naturale che ha avuto riconoscimenti anche a livello diplomatico: l'eredità di Giancarlo Travaglini è un intuizione speciale delle potenzialità del nebbiolo, vero ambasciatore del Piemonte e dell'Italia.





If you enjoy my content, please consider supporting what I do. Thank you

giovedì 28 dicembre 2017

Wine Malta

Grecchetto Umbria


Castello di Magione dei Cavalieri di Malta

Umbria DOC 

Sensory Analysis

La nascita dei Cavalieri dell’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme o Ordine Gerosolimitano risale al 1048.

 L'ordine religioso era assegnato alla gestione dell’ospedale San Giovanni di Gerusalemme per l’assistenza dei pellegrini: nel 1291, lasciano la città santa, caduta in mano saracena; nel 1530 l’isola di Malta  divenne la loro base operativa, momento che l’Ordine cambiò nome e fu detto dei Cavalieri di Malta. 

In seguito, l’Ordine adotta lo stemma della Croce con otto punte contornata da un rosario, alla quale è sovrapposto il tondo rosso con croce latina bianca.

L’attuale sede del Sovrano Ordine di Malta si trova nel Palazzo Magistrale di via dei Condotti a Roma: la  dimora e sede estiva del Gran Maestro è il  Castello di Magione (di origine Templare).

Il Castello di Magione risale agli anni 1150-1170, nato come ricovero per i pellegrini che sostavano qui, per compiere il viaggio in Terra Santa e venne intitolato a S. Giovanni Battista, santo protettore dei Cavalieri di Malta.

Il Castello di Magione è una realtà storica di eccellenza in Umbria, di proprietà del Sacro Ordine dei Cavalieri di Malta:
la  Società Agricola Vitivinicola Italiana  S.AGRI.V.IT contribuisce  alle opere caritatevoli  grazie  alle  vendita dei vini di Magione.  

 Nel Castello, dimora di Pontefici e Sovrani, nel 1502 vi si tenne la fallita congiura  ai danni di Cesare Borgia,figlio illegittimo di Papa Alessandro VI.

La “Dieta di Magione” fu convocata dal cardinal Orsini, al fine di contrastare la politica espansionistica dei Borgia in Romagna e si concluse male per i congiurati : Cesare Borgia invitò tutti i nobili ribelli nella sua Rocca di Senigallia e li avvelenò durante un banchetto. 

 S.AGRI.V.IT. gestisce la proprietà del Castello di Magione, un estensione di  42 ettari vitati nella zona Doc Colli del Trasimeno, dove il sole e la esposizione garantiscono il giusto microclima.

L’azienda di Magione  collabora con cattedra di Viticoltura dell'Università di Perugia per applicare  tecniche colturali innovative in grado di  mitigare gli effetti negativi indotti  dal global warming.

 Nerocavalieri Umbria I.G.T.Pinot Nero  è nato in ossequio ai Cavalieri del Sovrano Militare Ordine di Mal­ta: 100% Pinot Nero, primo anno di produzione è il 2007; il terreno è di natura franco-argillosa e il sistema di allevamento è a Guyot. 

 Nerocavalieri si presenta alla vista di colore rosso rubino con  riflessi violacei, morbido in bocca e bouquet ampio, la  maturazione è di circa 6 mesi in barriques di rovere francese 

Il Novecento Rosso è stato prodotto in occasione del novecentesimo anniversario della Bolla ”Pie IE Postulato Voluntatis ” (1113 -2013) con la quale Papa Pasquale II  poneva il Sovrano Militare Ordine di Malta sotto la protezione della Santa Sede. 

Il “Novecento Rosso” è un vino rosso  rubino strutturato, primo anno di produzione è il 2010: nasce nel cuore dell'Umbria e si posiziona  tra i vini  di eccellenza; è un blend di Merlot (85%)e Sangiovese (15%).

Il terreno è franco sabbioso, il  sistema di allevamento è Guyot con un periodo di affinamento in barriques di circa 8 mesi 

Nerocavalieri Umbria I.G.T.Pinot Nero  e Novecento Rosso sono vini di classe, l'accompagnamento ideale per arrosti e selvaggina.

Monterone Colli del trasimeno D.O.C. esalta le caratteristiche del vitigno autoctono umbro:primo anno di produzione 2000, è  un Grechetto in purezza ( originario dalla Grecia) e la produzione è diffusa nella provincia di Perugia.

Il terreno è di  natura prevalentemente argilloso- sabbiosa, il metodo  di allevamento è a Guyot con  affinamento su fecce fini per  5 mesi. 

Il Monterone è  di colore giallo paglierino dai riflessi verdognoli,un bouquet ampio , dal gusto morbido e lievemente tannico, un perfetto abbinamento con  pesce di  lago.



Review Sensory Analysis


If you enjoy my content, please consider supporting what I do. Thank you