Sensory

mercoledì 31 ottobre 2018

Furore Fellini Wine


Furore  Wine Coast

Sensory Analysis

La Costa d'Amalfi è entrato a far parte del Patrimonio Mondiale UNESCO anni fa ma la sua bellezza selvaggia ha affascinato il mondo del cinema e della cultura da tempo immemorabile.Sempre più personaggi famosi decidono di trascorrere le loro vacanze in costiera Amalfitana, nota anche come Divina.

Nel 2017 si sono concluse le riprese
 di un film sulla vita del grande scrittore americano
Gore Vidal e interpretato dal due volte premio Oscar Kevin Spacey.
La pellicola è stata girata anche nella sua splendida  Ravello, dove visse per 33 anni per molti mesi all'anno. Gore Vidal ha ospitato  personaggi come Tennessee Williams, , Calvino,  Bermstein, Truman Capote,  Mirò solo per citare alcuni nomi illustri. 

Il regista Roberto Rossellini amava molto la Costiera amalfitana al punto di sceglierla come set per le sue  pellicole: ricordiamo  “Paisà”, con Anna Magnani e “Viaggio in Italia”, interpretato da Ingrid Bergman.
 Lo scenario mozzafiato dei comuni della costa amalfitana si prestarono a fare da cornice ai film di Rossellini e del suo aiuto regista Federico Fellini. 
A 25 anni dalla scomparsa del regista riminese, il sindaco di Rimini ha annunciato recentemente la  realizzazione del Museo Internazionale Federico Fellini entro il 2020,in previsione delle celebrazioni per il centenario della nascita.

Il Comune  di Furore fu la location ideale felliniana e  oggi fa parte del Club dei borghi più belli d'Italia.
Lo scenario naturale del Fiordo di Furore ospita la manifestazione annuale di tuffi dalle grandi altezze.I migliori tuffatori del mondo si tuffano da una piattaforma fissata a 28 metri sul livello dell’acqua a una velocità di 100 km orari.

Dal 1980, anno della sua fondazione, le Cantine Marisa Cuomo è l’azienda  vinicola  amalfitana che si  distingue per i suoi vini del territorio della costa di Furore.
La viticoltura è per definizione eroica con terrazze a picco sul mare del Golfo d'Amalfi.  Le vigne  crescono aggrappate alla roccia, esposte all' azione del sole e del mare.
Tra questi vitigni di media resistenza spicca l'antico uvaggio di Biancolella, che contribuisce alla produzione di parecchi vini DOC della Costiera Amalfitana.

Il Furore bianco è un bianco prodotto con uve
Falanghina 60% e Biancolella 40%., la sua gradazione è gr.13,50%.
Le uve sono raccolte manualmente a ottobre con stazionamento per 4 mesi in serbatoi di acciaio inox.
Furore bianco di Marisa Cuomo è
di colore giallo paglierino.Il profumo é fruttato ,sapore equilibrato e una una lieve  nota acidula.
L'abbinamento semplice è con alici marinate pescate nel Golfo di Salerno.
In tempi antichi accompagnava la salsa di pesce utilizzata dai Romani per insaporire le loro pietanze, oggi conosciuta come colatura di alici del Comune di Cetara.

Information


Costa d'Amalfi DOC Furore Bianco Marisa Cuomo 2017 0,75 L


domenica 30 settembre 2018

Baia Imperiale Campi Flegrei Wine



                        

                     Baia Campi Flegrei Wine

                            Sensory Analysis


La XIX edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico è stata l’occasione per presentare il  Parco Archeologico dei Campi Flegrei quale concreta opportunità di rilancio culturale ed economico del territorio campano.

Il Parco è un'area importante anche dal punto di vista  naturale.I Campi Flegrei sono situati a nord di Napoli e la  presenza delle sorgenti di acqua calda e di vapori solforosi del sottosuolo vulcanico testimoniano l’ attività vulcanica (da cui il nome di “campi flegrei” dal (greco flègo, ardo).

Qui viene fondata la  polis greca  (Cuma)  grazie alla bontà del suolo, al clima mite e sotto l'impero romano è il principale luogo di villeggiatura di della nobiltà romana.
La bellezza del paesaggio favorì una forte connotazione termale e residenziale di Baia Imperiale che divenne la residenza della famiglia imperiale.
Con il graduale inabissamento della costa ,a causa del bradisismo, Baia fu in gran parte sommersa dal mare.

Proprio in questa area archeologica, Il consorzio interuniversitario “Civiltà del Mediterraneo” ed il Comune di Napoli hanno siglato un accordo di programma che prevede l'istituzione di un museo civico marino con sede nella villa ottocentesca di Villa Ferretti.


Le Cantine Farro del Fusaro di Michele Farro hanno avviato un programma di recupero e valorizzazione degli antichi vini dei Campi Flegrei, il Piedirosso e la Falanghina. I vitigni Flegrei  appartenevano all’aristocrazia ellenica e apprezzato dai romani  ai tempi della Baia Imperiale.Il suolo  è di natura vulcanica e il vitigno flegreo  è coltivato a piede franco con sostegno alla puteolana.

Il Campi Flegrei D.O.P. Piedirosso Farro è Piedirosso 100% di gr. 13%,con vendemmia manuale e affinamento di 4 mesi in bottiglia. Il Piedirosso è di colore rosso rubino,al naso è fruttato e si presenta morbido e corposo al palato.L'abbinamento semplice è con pizza margherita.


                               Information     

Piedirosso Campi Flegrei 2009 Cantine Farro DOC


venerdì 31 agosto 2018

Capri Imperial Wine


Capri  Imperial Wine 

Sensory Analysis

L'isola di Capri era conosciuta dal tempo dei Greci come Kapríe in riferimento alla presenza delle capre.Questa dovette essere occupata nel VII secolo a.C. dai Greci della colonia di Cuma che miravano  al controllo dei traffici marittimi nel golfo di Neapolis (Napoli).

L'imperatore Cesare Ottaviano, tornando dall'Oriente, sbarcò a Capri e rimase  particolarmente colpito dall’isola al punto di farne la sua proprietà privata. Fu così che l'isola diventò dimora imperiale con il suo successore Tiberio.

Nella  villa Palazzo a Mare o "Bagni di Tiberio”,  l'Imperatore Tiberio  passava le sue giornate lungo il belvedere della sua villa che affaccia sui golfi di Napoli e di Salerno, lontano dagli intrighi del Senato di Roma.Una sua statua marmorea ritrovata nella villa è  esposta al Louvre.

Capri  continua a aessere per tutto il I secolo d.C. sede di fastose ville romane come Villa Jovis,di grande interesse tra gli studiosi per il suo ruolo svolto durante la permanenza di Tiberio sull'isola di Capri.
Villa Damecuta è  la  seconda dimora di epoca romana che  si trova ad Anacapri, il secondo comune dell'isola. Dalla villa romana si può proseguire l'itinerario per la famosa Grotta Azzurra, usata in età romana come  ninfeo, luogo sacro dedicato alle ninfe. 

Dalla seconda metà dell’ottocento Capri iniziò a prendere l’importanza turistica che oggi riveste, grazie alla presenza di artisti a livello internazionale.  
Il celebre ballerino russo Rudolf Nureyev divenne proprietario dell'isoletta Li Galli, non lontano da Capri, dove passava l'estate lontano dai riflettori.
Il geografo Strabone  cita l'isolotto nelle sue opere a causa della presenza  delle pericolose sirene, considerate una minaccia per la navigazione nela mitologia greca.

In Italia Nureyev esordì per il Teatro alla Scala di Milano creando le coregrafie  de La Bayadère, balletto russo rappresentata per la prima volta al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo
La sua ultima vacanza  sull'isola e permanenza in terra precede l'apparizione pubblica alla La Prima de La Bayadère all'Opéra l'8 ottobre 1992 .
Dopo la sua dipartita,  nasce  The Rudolf Nureyev Foundation, ente benefico che promuove nuovi talenti della danza e  sostiene la ricerca medica sull'HIV.

La passione per il vino dell’imperatore Tiberio era proverbiale e rese celebre  il vino caprese al mondo romano I vigneti dell'isola sorgono sui pendii terrazzati a picco sul mare e ammettono solo prolungate culture manuali.
Le uve destinate alla produzione dei vini a DOC “Capri” devono essere prodotte nell’intero territorio dell’isola di Capri in provincia di Napoli. 

La azienda vinicola Scala Fenicia  nasce all’interno di un’antica cisterna romana per la raccolta dell’acqua, parte del sistema idrico di Villa Jovis.

Il Capri %,D.O.C.,di Scala Fenicia è un vino  bianco di gr.12,00, prodotto interamente sull’isola e ricavato  da Greco (50%), Biancolella (30%) e Falanghina (20%).
 Il metodo di allevamento è quello della tradizione caprese, a pergola. La vendemmia a mano è nella prima metà di ottobre,con affinamento di 4 mesi in serbatoi d'acciaio.

Il Capri bianco è di colore giallo paglierino,al palato sapido ed elegante e con il tipico profumo  di ginestra e note agrumate. L'abbinamento ideale è con la caprese o l'insalata di mare.




OKINAWA DIET: THE LONGEVITY SECRET (English Edition) Kyoto: Architecture (English Edition)