Sensory

sabato 30 giugno 2018

Vulcano Pompei Wine

Lacryma Christi

Pompei wine

Sensory Analysis

Gli scavi archeologici di Pompei hanno restituito i resti della città antica di origini greche, presso la collina di Civita: il terzo sito museale italiano  fa parte della lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. 
Sotto il dominio romano divenne la colonia di Cornelia Veneria Pompeianorum, con la costruzione di ville residenziali.
La mattina del 24 agosto del 79 d.C Pompei fu interessata dall'eruzione del Vesuvio, che seppellì la città sotto una coltre di ceneri e lapilli, cancellandola interamente.

La Soprintendenza Archeologica di Pompei ha conferito  all’Azienda Mastroberardino, una delle più antiche cantine campane e paladina dei vitigni autoctoni locali, l’incarico di ripristinare la viticoltura della Vitis vinifera nell’area vesuviana.

La Soprintendenza ha dato in concessione a Mastroberardino le aree coltivate a vigneto incluse nell’area urbana dell’antica città di Pompei,secondo un piano concordato e definito:si tratta di una collezione ampelografica di otto varietà tipiche della Campania, indicate nei testi classici e in mostra sugli antichi affreschi pompeiani.

Villa dei Misteri è il vino  che nasce dalle viti coltivate dentro le Domus di Pompei.
Il rilevamento botanico dei calchi delle radici ha confermato la presenza di tale coltura nei quartieri periferici nei pressi dell’Anfiteatro

Nel 2001 si è avuto la prima vinificazione del Villa dei Misteri e fino al 2010 l’uvaggio è costituito da Piedirosso al 90% e Sciascinoso al 10%.
A partire dalla vendemmia 2011 il vino è un blend di tre diverse varietà,  Aglianico 40% circa, Piedirosso 40% e Sciascinoso 20%.

Anche il Lacryma Christi è tra i vini più antichi e rappresentativi della Campagna, come dimostrano l'affresco di Bacco sul Vesuvio conservato nella Casa del Centenario a Pompei
Questo vino  veniva prodotto  da monaci, il cui convento sorgeva sulle pendici del Vesuvio.

Il Lacryma Christi rientra nella Denominazione di Origine Controllata (DOC) Vesuvio:
sembra che il nome  affonda le sue radici in una antica leggenda;
Gesù riconoscendo nel Golfo di Napoli un parte di paradiso sottratto da Lucifero , pianse e dalle lacrime divine sorse la vite del Lacrima Christi.

Il vitigno è Piedirosso 100%, la sua gradazione è 12,50 % e il  sistema di allevamento è a guyot.Il colore è rosso rubino,vino corposo con aroma fruttato e dotato di tannini.
 L'abbinamento semplice è con sughi di carne, arrosti e pizza.

L’asta di vino prodotto  nell'are archeologica di Pompei  ha finanziato il restauro della cella vinaria e altri opere presente nel sito.


Disponibile in Amazon



Kyoto: Architecture (English Edition) OKINAWA DIET: THE LONGEVITY SECRET