Subscribe to Marco Carestia by Email

mercoledì 28 febbraio 2018

Big Trouble in Little China Pinot Noir



Santa Barbara

                                            
                                               Big Trouble in Little China Pinot Noir 

                                                                 Sensory Analysis

                                                                 
Secondo la tradizione del Capodanno Cinese  il primo giorno del nuovo anno è dedicato al benvenuto delle divinità  del Cielo e della Terra e si accendono candele, per guidare gli spiriti degli antenati alle abitazioni.

Nelle China Town si organizza la tradizionale Danza del Leone per esorcizzare gli  spiriti malvagi e proteggere la comunità dalla sfortuna,come vuole la tradizione cinese.

L'ultimo giorno è dedicato al culto taoista dell'Imperatore di Giada, re del Cielo , a cui vengono offerte preghiere di auspicio.

Il cult movie "Big Trouble in Little China" è un  kung-fu commedia anni'80  diretto da  John Carpenter, che si ispira alla mitologia cinese.

Il rozzo camionista Jack Burton, interpretato dall'attore Kurt Russell, viene coinvolto in una lotta contro le forze del male.

L'amico Wang Chi deve liberare la sua ragazza, Miao Yin , imprigionata nel palazzo del malvagio Lo Pan, nella China Town di San Francisco: solo il sacrificio di una sposa dagli occhi di giada può liberare il  mandarino cinese dalla maledizione dell' Imperatore.

Alla fine Jack  riesce a liberare la promessa sposa del suo amico Wang e recuperare il camion rubato dai guerrieri cinesi di Lo Pan.

Oggi Jack Burton vive felicemente nella Contea di Santa Barbara e produce Pinot Noir: il sessantenne Kurt Russell è un winemaker di successo con la sua azienda GoGi Wines in Santa Barbara County.

La regione di Santa Rita Hills fu resa popolare  dal film Sideways, che descrive alla perfezione la California del Pinot Noir: le temperature sono fresce e  la posizione è ideale per far crescere uve impegnative come il Pinot.

La  vinificazione del Pinot rappresenta una vera sfida ma il risultato finale è un vino di eccellenza : un rosso delicato, nobile ed elegante nel suo insieme.

Il Pinot Noir di Santa Barbara County si distingue per essere più sfumato  ma conserva intatto il caratteristico profumo  fruttato di  ribes.

Non è esagerato affermare che l'attore Kurt Russell è un produttore affermato di Pinot  Noir della Santa Rita Hills: tutto ebbe inizio anni fa durante le riprese di un film diretto  Quentin Tarantino, ambientato proprio nella nuova frontiera americana del Pinot.

Alla fine del suo viaggio ricerca, l'attore americano entra in affari con Ampelos Cellars e fonda la GoGi Wines nel 2008: GoGi Pinot Noir ha la tripla certificazione organic ,biodynamic vineyard and sustainable.

Si può dire che il soffio del Drago  ha portato fortuna al coraggioso Jack Burton  di Big Trouble in Little China: Russel ha superato la  sfida contro le forze della natura con il suo Pinot Noir da "Grand Finale".







If you enjoy my content, please consider supporting what I do. Thank you


venerdì 2 febbraio 2018

ONU Nebbiolo Gattinara

Piedmont



Gattinara ONU Ambassador

Le Nazioni Unite sono state fondate il 24 Ottobre 1945 da 51 nazioni impegnate a preservare la pace e la sicurezza collettiva e oggi ne fanno parte 193 Stati:  il Consiglio di Sicurezza dell’Onu è composto da 15 membri, responsabili del mantenimento della pace e della sicurezza internazionali.

L’Italia è membro non permanente del Consiglio di Sicurezza dell’Onu dal 1 gennaio 2017   e ad oggi, rappresenta il primo paese contributore di caschi blu nelle missioni di pace delle Nazioni Unite tra quelli occidentali.

La comunità internazionale ha riconosciuto all'Italia la capacità di mediazione e l'attività di prevenzione dei conflitti e  promozione dei diritti umani.

I grandi vini italiani sono diventati protagonisti assoluti  in occasione della presidenza italiana del Consiglio di Sicurezza dell’ONU: le grandi annate di  prestigio  sono stati consegnati, nel corso di una cerimonia, dal Rappresentante Permanente Italiano presso le Nazioni Unite, ai membri permanenti del Consiglio di Sicurezza.

Questa  iniziativa ha dato grande  rilievo ai vino italiano per  dare la migliore immagine possibile dell'Italia:  Italian Wine & Food Institute ha selezionato le più importanti  aree produttive di particolari annate presenti sul mercato americano; noti produttori italiani hanno partecipato a questa iniziativa per poter esprimere l’eccellenza del Made in Italy.

Il Travaglini Gattinara Riserva risulta tra i grandi vini selezionati per questo prestigioso e speciale evento che ha consacrato la presidenza italiana del Consiglio di Sicurezza dell’ONU

Nel 1958 a Gattinara la gente abbandonava l'agricoltura per lavorare nell'industria, ma Giancarlo Travaglini  in controtendenza acquistava i migliori vini della zona per gettare le base della rinascita del Gattinara.

Le terre del Gattinara sono ai piedi del MOnte Rosa, suoli di origine vulcanica: il clima ventilato influenza decisamente la nascita di vini unici; si tratta dei vini strutturati del Gattinara Riserva ,la selezione Gattinara Trevigne e Sogno.

Il Gattinara Riserva non è un vino per tutti, vero ambasciatore del nebbiolo più espressivo dell’Alto Piemonte:
la cultura enoica del Piemonte supera ogni barriera etnica o linguistica.

Il Nebbiolo è the King , scelta obbligata delle corti reali di mezza europa dai tempi di Cavour e del Regno d'Italia e si comporta come tale nella prestigiosa sede dell'ONU: l'affinamento  arriva fino a 4 anni, con 3 anni almeno di botte di rovere e non ci limiti all'invecchiamento.

Travaglini Gattinara Riserva è un vino dal colore rosso granato, nebbiolo 100%: la forza tannica è tipica dell’eleganza nobile del nebbiolo di gran classe.

L'impatto olfattivo è una sinfonia balsamica per la presenza non invadente di spezie in equilibrio con la nota fruttata di  frutti di bosco.

L'ampiezza gustativa del nebbiolo dà una piacevole freschezza  al palato,che in parte stempera la forza dei tannini vivi e integrati.

Oggi l'azienda internazionale gestisce con passione un patrimonio culturale e naturale che ha avuto riconoscimenti anche a livello diplomatico: l'eredità di Giancarlo Travaglini è un intuizione speciale delle potenzialità del nebbiolo, vero ambasciatore del Piemonte e dell'Italia.





If you enjoy my content, please consider supporting what I do. Thank you