Guida dei vini

Casanova Pinot Spessa

 ITALIAN WINE COLLECTION



Casanova Pinot Spessa


Giacomo Casanova è sicuramente uno dei più attraenti personaggi della società europea del Settecento.


Percorrendo praticamente tutta l'Europa, grazie al suo fascino e intelligenza travolgenti, ebbe relazioni importanti in tutte le corti europee: da Luigi XV re di Francia, a Voltaire, passando da Federico II di Prussia, fino alla zarina Caterina II.


Libertino e uomo di grande sensibilità, può essere considerato,il precursore della “gastrologia” e della

figura professionale del sommelier; sosteneva infatti che l’amore per la buona tavola era pari al piacere di una bella donna.


A partire dalla metà del Settecento nacque la moda dello Champagne, (veniva chiamato il Mousseux), il vino dell’aristocrazia e delle corti europee:Casanova narra di ostriche e champagne nelle sue memorie, simbolo dello spirito libertino.


Le origini del Castello di Spessa sul colle di Capriva risale al 1200. Nei secoli, di famiglia in famiglia, al castello di Spessa sono stati ospitati personaggi celebri come Giacomo Casanova.


Giacomo Casanova venne ospitato nel castello per un breve periodo dal conte Torriani. Il castello viene acquistato nel secolo scorso dalla famiglia Pali, che ne è l’attuale proprietaria e produce vini Pinot e autoctoni.



Il Casanova Pinot Nero è di colore rubino intenso. Al naso, presenta note di frutti rossi con piacevoli sentori speziati. Al palato è vellutato ed elegante, con lungo finale di mora. Il suo abbinamento ideale è con stinco di Carnia


Il “JOY” pinot Griglio è di color rosa tenue, presenta note di pera. In bocca è morbido, sentori freschi di lamponi. Si abbina con asparago bianco.




Il “SANTAROSA” Pinot Bianco è di colore giallo paglierino con note dorate, al naso risulta ampio con note floreali. Al palato è morbido,fruttato con nota di mela bianca. L'abbinamento
consigliato è con risotti con radicchio di Treviso.

Il RASSAUER” friulano è

Colore giallo paglierino con note dorate. Al naso risulta ampio con note fruttate e minerali. Al palato freschezza e sapidità. È delizioso con prosciutto crudo di San Daniele tagliato a mano.


Produttore


Italian Wine Collection’s shop


Guida dei vini

I greci hanno portato la vite nella penisola italiana che hanno chiamato Enotria ossia "paese del vino". I romani la diffusero nell'Impero,facendo dell'Italia uno dei luoghi cardine di questa cultura.

Si parla appunto di cultura del vino perché le varie pratiche vitivinicole hanno dato al vino significato sociale simbolico e religioso.Quando degustiamo un vino,siamo condizionati anche fattori culturali, ambientali e di stile di vita.In Italia e nell'area Mediterranea il vino assume un valore sacrale nella liturgia cristiana.

Il vino può raccontare la storia, la cultura nelle sue diverse espressioni.In un sorso di vino c’è il lavoro in vigna e in cantina.


Sensory Il taccuino è utile per annotare
le bottiglie e gli abbinamenti ,
le esperienze sensoriali e per conservare
una memoria dettagliata dei vostri
vini preferiti , sono 50 fogli da compilare.
Questo diario di degustazione è uno
strumento semplice e un idea regalo
per gli amanti dei vini italiani.

Acquista





Italy is home of a huge array of wines, regions,
grapevarieties and wine styles. From the misty, lush rolling hills ofthe north to the sun-drenched hills of Tuscany, Umbria, theMarche and Abruzzo, to the southern lands of Puglia,Calabria and Basilicata, while not forgetting the islands of Sicily and Sardinia. Italy's vineyards are home to more than 2,000 grape varieties, many ofwhich are on the
brink of extinction. The safest and best-known Italiangrapes are Sangiovese, Barbera, Nebbiolo, Montepulciano and Pinot
Grigio.When we think of Italian wine two words spring to mind: diversity and tradition. It’s important to understand
something of the history of excellence from Italy's unique terroirs.

Wine Trading

Post popolari in questo blog

Amarone Tedeschi

Montepulciano d'Abruzzo La Valentina

Etna Rosato Palmento Costanzo